Il contratto a durata determinata in Francia

 

Casi di ricorso

  • Sostituzione di un altro dipendente
  • Accrescimento temporaneo di attività
  • Impieghi stagionali
  • Uso del settore (caso per esempio, dell’edilizia se i lavori devono essere eseguiti all’estero)
  • Casi particolari definiti dai contratti collettivi o da specifiche disposizioni di legge (contratti di inserzione professionale nel quadro di politiche dell’impiego, contratti di ingegneri e quadri previsti da un determinato contratto collettivo…)

 

Durata

vedere all’articolo sulla durata dei CDD: https://avvocatofranciaitalia.com/2018/12/21/termine-massimo-dei-contratti-a-durata-determinata-in-francia/

Fine del contratto prima della scadenza:

  • Se il dipendente prova di essere stato assunto altrove con un contratto a durata indeterminata
  • Accordo tra datore di lavoro e dipendente
  • Incapacità fisica del dipendente
  • Forza maggiore
  • Colpa grave del dipendente

 

Indennità di fine contratto

Alla fine del CDD il datore di lavoro deve versare al dipendente un’indennità di precarietà corrispondente al 10% della retribuzione totale lorda dovuta al dipendente durante la durata del contratto. Tale limite puo’ essere abbassato al 6% in alcune condizioni specificatamente previste dalla legge.

L’indennità non é dovuta nei seguenti casi :

  • CDD d’uso, stagionali
  • CDD legati alle politiche di impiego
  • Dipendente assunto in CDI dallo stesso datore di lavoro dopo il CDD

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...